Iscrizione 2018 all’associazione C.I.D – curare il dolore

E’ tempo di rinnovare la propria adesione all’associazione C. I.D – Curare il dolore. In allegato a questo numero del nostro notiziario trovate il bollettino che può essere utilizzato per iscriversi, per il 2018, alla nostra associazione. Com’è noto, sono diverse le modalità per sostenere l’associazione e i suoi scopi statutari:

1 Ci si può, appunto, iscrivere e diventare socio. Le quote sociali sono: socio volontario (10 euro), socio ordinario (25 euro), socio sostenitore (più di 25 euro).

2 Si può decidere, inoltre, di devolvere, in sede di dichiarazione dei redditi, il 5 per mille alla nostra associazione (codice fiscale 94071180361)

3 Infine, si può esprimere la propria solidarietà facendo una donazione o sul conto corrente postale 11842481 intestato all’Associazione C.I.D. (IBAN IT52Q0760112900000011842481) oppure sul conto corrente bancario 971016 della Bper, filiale di Castelfranco Emilia, Corso Martini 287 (IBAN IT02T0538766690000000971016), oppure ancora sul conto corrente bancario 8888 del Banco San Geminiano e San Prospero, filiale di Castelfranco Emilia (IBAN IT70V0503466690000000008888). Ogni donazione con bonifico bancario è deducibile nella dichiarazione dei redditi.

Il nostro augurio per le festività e un ringraziamento a chi ci sostiene

Questo è l’ultimo numero del 2017 del nostro notiziario. Cogliamo l’occasione di questo fine anno per rinnovare i nostri migliori auguri a tutti i nostri soci, ai malati di dolore cronico e alle loro famiglie, a chi ha lavorato con noi per far crescere la cultura del rispetto verso il paziente e le sue sofferenze, agli operatori sanitari che si prodigano con competenza e passione nel compito delicato della cura, alle associazioni di volontariato che insieme a noi si impegnano quotidianamente per migliorare servizi e rappresentare esigenze, agli amministratori pubblici che perseguono il bene comune come priorità della loro azione. Il 2017 è stato un anno di crescita per l’associazione e di indubbie soddisfazioni. Il grande lavoro di supporto ai malati e alle loro famiglie e di sostegno al Centro di terapia antalgica di Castelfranco Emilia sta finalmente portando a nuovi sviluppi, attesi a breve. Ne abbiamo parlato nelle prime pagine di questo notiziario e non ci torneremo sopra. Ma il nostro lavoro è fatto anche di piccoli passi concreti, di impegno continuativo, di condivisione e confronto. Anche nel 2017, infatti, abbiamo continuato con le nostre azioni di formazione, promozione, interlocuzione al fianco di chi soffre nell’intento di far conoscere e sempre più rispettare i diritti dei malati di dolore cronico. Insieme a noi, in tante e diverse occasioni, si sono impegnati singoli, gruppi di cittadini, associazioni, imprese, piccoli negozi e grandi cooperative, che hanno contribuito, con risorse e lavoro, al successo delle nostre iniziative. Cogliamo, quindi, questa occasione per ringraziare anche tutti coloro che ci hanno sostenuto: chi, in occasione della compilazione della dichiarazione dei redditi, ha deciso di donare il 5 per mille alla nostra associazione; chi con regali, donazioni e risorse ha concorso alla piena riuscita delle nostre iniziative conviviali e ludiche, sempre a scopo benefico. I pranzi sociali, i tornei di burraco, le offerte benefiche di uova di Pasqua e stelle di Natale, sono occasioni preziose di incontro, di conoscenza reciproca, ma anche di raccolta fondi per sostenere l’azione della nostra associazione. Il nostro pensiero non può non andare anche ai nostri preziosi volontari, a coloro che mettono a disposizione parte del loro tempo e le loro competenze per far funzionare le nostre sedi, il punto di ascolto, i nostri organismi sociali, per organizzare eventi ed iniziative, per mantenere e tessere contatti e relazioni, per contribuire alla crescita della nostra associazione. Insomma, ancora una volta, vogliamo rivolgere un sentito ringraziamento a chi ci ha voluto bene e lo ha dimostrato concretamente. Grazie al vostro supporto, ci impegneremo a fare ancora meglio per il 2018!

Martedì 19 dicembre offerta benefica di stelle di Natale

Torna anche quest’anno, a ridosso delle festività natalizie, l’offerta a scopo benefico delle stelle di Natale. I volontari dell’associazione C.I.D – Curare il dolore saranno nella galleria del Centro commerciale Le Magnolie di Castelfranco Emilia nel corso della giornata di martedì 19 dicembre. Non fate mancare il vostro contributo per sostenere l’impegno dell’associazione.

Abbiamo fatto richiesta per accedere al PUV di Baggiovara

Uno degli obiettivi che stiamo perseguendo con maggiore impegno è quello della diffusione, più ampia possibile, della conoscenza dei servizi che esistono sul nostro territorio a cui possono accedere tutti coloro che soffrono. La lotta contro il dolore inutile è un diritto del cittadino previsto da una specifica legislazione nazionale che può contare, sul nostro territorio, su servizi, ambulatori e personale preparato. Continue reading →

Mercoledì 13 dicembre partecipate al torneo di burraco

E’ giunto ormai alla terza edizione, il torneo di Burraco a scopo benefico organizzato dall’associazione C.I.D – Curare il dolore. L’appuntamento per gli appassionati del gioco di carte è per mercoledì 13 dicembre, a Castelfranco Emilia, presso il Bar Simply (Venturina 2), a partire dalle ore 20.00. La quota di iscrizione per ciascuna persona è di 15 euro. Nel corso della serata è previsto anche un ricco buffet a disposizione dei partecipanti al torneo. La prenotazione è obbligatoria: gli interessati possono telefonare ai numeri 338/880.18.66 e 348/900.87.01. Un ringraziamento a tutti coloro che contribuiranno alla buona riuscita dell’iniziativa.

Importanti sviluppi nella strategia per la cura del dolore in provincia di Modena

In questi mesi, ci sono stati importanti sviluppi nella strategia generale adottata per il contrasto al dolore nella nostra provincia. Come ricorderete, dopo il caso di cronaca giudiziaria che ha coinvolto i vertici del Centro di terapia del dolore di Parma, facendoci interprete delle preoccupazioni dei malati e delle loro famiglie, avevamo inviato una lettera ai vertici delle Amministrazioni locali e regionali e della Sanità modenese e regionale affinché quanto accaduto potesse essere di sprone a trovare soluzioni in grado di premiare la qualità e le eccellenze anche in questo ambito sanitario.Continue reading →